POLLOCK PROJECT

Quando l'Art-Jazz incontra Neruda, Duchamp e i grandi artisti del Novecento

Nel loro album omonimo, un’elogio musicale alla bellezza della libera creatività visionaria dove il jazz incontra il fascino rivoluzionario del Novecento, determinante è il riferimento all’arte contemporanea: a partire dalla rilettura di “In A Silent Way” dove la tecnica del “dripping” è tradotta in musica nello stile improvvisativo proprio dell’action painting di Jackson Pollock, sino al tributo a Marcel Duchamp nel brano “Unnecessary”, o a “Rivoli 59” dedicato alla felice esperienza degli squatter organizzati di Parigi, fino a “Chestnut C Circle”, ispirato a Scarzuola la “città ideale” capolavoro di architettura surrealista progettata da Tommaso Buzzi negli anni trenta. E infine le suggestioni del cinema di mondi apparentemente opposti, quello orientale di “Songlian” dedicato al celeberrimo film Lanterne Rosse di Zhang Yimou e quello latino-americano di “Una Rosa Mas o Menos”, un omaggio musicale a Pablo Neruda che va a riscoprire alcuni delicatissimi spezzoni di documentari d’epoca dedicati al grande poeta cileno.

Un progetto che parte dal live , ma che sfocia in una serie di co-produzioni video e discografiche (Helikonia, Tre Lune Records e Tweedle) e collaborazioni con artisti quali Antonia Carmi - pittrice italiana trapiantata da anni negli States, figlia d’arte di uno dei capostipiti dell’astrattismo italiano – che firma la copertina dell’album e che, insieme al videomaker Lorenzo Botticelli e all’artista digitale Marco Bacci, ha anche partecipato attivamente alla realizzazione delle clip di video-arte di Pollock Project . Quella del concerto all’Auditorium sarà inoltre un’occasione per sviluppare una particolare microfonazione per il set dei Caisa Drum. Uno studio sulla ripresa audio – live di questo nuovo strumento reso possibile anche grazie alla collaborazione con MidiWare e SE Electronics.

Marco Testoni è una particolarissima figura di percussionista e compositore il cui ultimo cd Impatiens ha visto la collaborazione di Billy Cobham, il padre del drumming moderno. Con il suono suggestivo del suo set di Caisa Drum - metallofoni di nuova generazione della stessa famiglia dei più noti Steel Drums caraibici – Marco Testoni restituisce alle percussioni la capacità di esprimere compiutamente quel “lirismo del ritmo” che è il manifesto artistico del suo stile musicale.
Nicola Alesini è uno dei sassofonisti più originali nel panorama della musica italiana la cui discografia conta collaborazioni con artisti internazionali quali David Sylvian e Roger Eno. Il suo inconfondibile fraseggio, a cavallo fra tradizione mediterranea, jazz ed improvvisazione di stampo nord-europeo, si esprime in tessiture melodiche che si intrecciano con le linee armoniche del live electronics.

Ufficio Stampa: Studio alfa
tel. e fax 06. 8183579, e- mail: ufficiostampa@alfaprom.com responsabile ufficio stampa e P.R. Lorenza Somogyi Bianchi, cell. 333 4915100

Add a Comment

You need to log in to comment on this article. No account? No problem!

  • Email E-mail
  • Share Share
  • Rss RSS
  • Report Report

Community Authors

StudioAlfa