John Surman con la Big Band di Bergen daranno vita e voce a Another Sky

Seconda attesissimo appuntamento della sedicesima edizione del ParmaJazz Frontiere

Seconda attesissimo appuntamento della sedicesima edizione del ParmaJazz Frontiere il 26 novembre alle 21.00 all’Auditorium Paganini: John Surman con la Big Band di Bergen daranno vita e voce a Another Sky, un progetto realizzato in prima mondiale proprio per l’occasione di questo concerto su commissione della Big Band stessa. Inghilterra e Norvegia si incontrano nel fertile giardino di questo festival parmense dal profumo internazionale per scrivere una pagina di poesia e di letteratura del jazz del futuro.
“In un certo senso – ha dichiarato lo stesso Surman- , è come se avessi scelto di non scrivere un romanzo, bensì una raccolta di brevi racconti. Ultimamente, trovo questo metodo di componimento più affascinante. Ho abbandonato l’idea del comporre una “Suite” – basata su un particolare soggetto, e ho preferito piuttosto occuparmi di una serie di soggetti e idee musicali differenti. Ritengo che questo mi offra una “palette” stilistica più vasta, invece di dover affrontare restrizioni, nel tentativo di conciliare tutta la musica “sotto lo stesso tetto” come ho fatto nel passato.”
I brani, infatti, sono strutturati in modo da concentrare l’attenzione sul lavoro della band nel suo insieme ma anche sul talento dei numerosi ed eccellenti solisti.
Il progetto nasce da una collaborazione fra Surman e questo prestigioso ensemble nata in realtà molti anni fa e che ha trovato finora la sua piena realizzazione nella registrazione dell’album “The Seagull” (2005) con la cantante Karin Krog per l’etichetta Grappa Records”.

John Surman
Dopo gli esordi negli anni sessanta con Mike Westbrook e Graham Collier alla creazione del gruppo The Trio con Barre Phillips e Stu Martin, ha collaborato con John Taylor, Miroslav Vitous, Jack DeJohnette, Mike Gibbs, John McLaughlin ed ha stretto dalla fine degli annisettanta una fertile relazione con l’etichetta ECM Records per la quale ha registrato numerosi dischi suonando il clarinetto basso, i saxofoni ed i sintetizzatori. Negli ultimi anni ha composto suites che lo vedono in formazioni particolari, organo e coro, quintetto d’archi e ensemble di fiati.
La Bergen Big Band si è formata nel 1991 come proseguimento della Bergen Band. Olav Dale ne è il direttore musicale dagliinizi e l’orchestra è una delle migliori big band norvegesi. Dal 1995 collabora con i festival NattJazz e VossaJazz per produrre un progetto annuale. L’orchestra è gestita dal West Norway Jazz Center con sede a Bergen. Nei suoi venti anni di attività ha collaborato con Martial Solal, Dino Saluzzi, Joe Henderson, Palle Mikkelborg, Gianluigi Trovesi, Maria Schneider.

Line up
John Surman/clarinetto basso, saxofoni
Olav Dale - Tor Yttredal - Ole Jakob Hystad - Zoltan Vincze - Michael Barnes/saxofoni, clarinetti, flauti
Marius Haltli - Svein Henrik Giske - Are Ovesen - Geir Lund/trombe
Øyvind Hage - Sindre Dalhaug-Pål Roseth - Kjell Erik Husom/tromboni
Ole Thomsen/chitarra
Dag Arnesen/pianoforte
Magne Thormodsæter/basso
Frank Jakobsen/batteria
Ivar Kolve/vibrafono


Da ascoltare:
John Surman: Upon Reflections ECM Records 1979
In Darkness Let Me Dwell ECM 1999
Bergen Big Band: Seagull con Karin Krog e John Surman 2006
Crime Scene con Terje Ripdal ECM 2010

Ufficio Stampa: Studio alfa

tel. e fax 06. 8183579, e- mail:ufficiostampa@alfaprom.com <mailto:ufficiostampa@alfaprom.com>
responsabile ufficio stampa e P.R. Lorenza Somogyi Bianchi, cell. 333 4915100

Add a Comment

You need to log in to comment on this article. No account? No problem!

  • Email E-mail
  • Share Share
  • Rss RSS
  • Report Report

Community Authors

StudioAlfa